VUOI RAGGIUNGERE IL MASSIMO DEL TUO POTENZIALE? NON IMPARARE NULLA DI NUOVO: PRENDI I TUOI TALENTI E AMMINISTRALI.

GESTALT COACHING: IL CORSO INTRODUTTIVO

METTI LA CORNICE PER AMMINISTRARE CIÒ CHE GIÀ SAI: IL TUO TALENTO

4 WEBINAR SU “LA TEORIA DEI TALENTI” + ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE RICONOSCIUTO DALLA APICA

Questo è il primo corso che spiega davvero a 360 gradi il funzionamento della Gestalt Coaching.

Ti da le basi solide per poter in seguito applicare il metodo nella pratica.

I coach specializzati presso APICA praticano la Gestalt nella loro vita: non si focalizzano su tecniche, ma sul loro uso, su come gestirle.

Questo è un corso “vuoto”, senza contenuto.

Il suo obiettivo è quello di dare una cornice, darti la possibilità di amministrare gli skill che tu già possiedi naturalmente e canalizzarle per diventare un Coach Gestaltico qualificato.

Questo è un corso “vuoto”, senza alunni.

Non sono previsti dei veri e propri “studenti”, che imparano conoscenze per arrivare ad un obiettivo.

In questo corso saranno gli aspiranti coach a scoprire il loro obiettivo, amministrando il loro talento naturale.

Se sei interessato, accedi tramite questo tasto di iscrizione.

In questo pacchetto sono presenti:

Corso completo (4 Webinar) + Attestato = ̶1̶5̶0̶€̶ 99€

DI TUTTI I TUOI TALENTI SVILUPPATI IN PASSATO, COSA NE HAI FATTO?

Questa è una domanda fondamentale da porsi.

Il mondo del coaching è un universo davvero vasto e ricco di sorprese.

Possiamo definire coaching semplicemente come “potenziamento”.

Il potenziamento, però, può avvenire in tanti modi diversi: alcuni efficaci, altri meno.

Se hai già avuto modo di interessarti al mondo del coaching, ti sarai accorto di una cosa:

Molti metodi esistenti si focalizzano principalmente sulle nostre performance, cercando di renderle quanto più perfette possibili, “trasformando” le persone in meglio.

Il problema che si nota subito, però, sta nel fatto di voler rendere la gente perfetta, senza errori.

Siamo sicuri che sia questo il modo di potenziare l’individuo umano?

Molti si dimenticano che le imperfezioni sono insite nella natura delle persone, e che siamo costruiti ed armonizzati sulla base delle varie “interferenze” che compongono la vita.

I coach tradizionali (ad esempio nel mondo dello sport) fanno questo calcolo:

“Potenzialità – imperfezioni = performance migliori che puoi ottenere”

Hai notato cosa è successo?

Davanti la parola “imperfezioni” è stato inserito un segno negativo.

Per moltissimi coach, ciò che rende imperfetti da solo problemi.

Questo non è il modo di vedere le cose del metodo Gestalt Coaching.

Gestalt vuol dire “autenticità”.

Chi studia questa pratica sa bene che le imperfezioni sono in realtà dei talenti, da un’altra prospettiva.

Ciò che ci rende imperfetti, in realtà ci rende autentici. Ci rende vivi e unici.

Il calcolo che amo fare con i miei allievi coach è piuttosto:

“Potenzialità x imperfezioni = performance uniche e personali”

Vedrai che il risultato sarà molto diverso, e senza dubbio positivo.

Questo significa che le nostre imperfezioni non vanno mai buttate, scartate, ma anzi vanno amministrate.

La Scuola Vuota: ecco come formare un coach gestaltico:

A differenza di tante scuole di coaching, che utilizzano altri metodi, la Scuola Gestalt (riconosciuta APICA) adotta un sistema differente.

Il “Corso Introduttivo” Gestaltico non ti insegna niente di nuovo.

E’ una scuola VUOTA: potrebbe sembrare strano ad una prima lettura, ma è un concetto che nella mia vita è stato in grado di illuminarmi ed aprirmi nuove prospettive.

La Gestalt Coaching non aggiunge nulla, ma modella qualcosa di già esistente nel nostro bagaglio di talenti.

Ecco perché è vuota.

Inoltre, è una scuola in cui non esistono allievi: gli aspiranti coach non vengono guidati da un maestro che dà loro degli obiettivi.

Al contrario, i coach ricevono gli strumenti per CERCARE i loro obiettivi e raggiungerli.

NON PUOI ESSERE UN COACH GESTALTICO SENZA ALCUNI ELEMENTI

Il metodo della Gestalt è a suo modo rivoluzionario.

Negli ultimi anni, la domanda di aiuto principale delle persone è una domanda di orientamento.

C’è bisogno di orientarsi, e bisogna farlo guardando in faccia la verità.

Alcune persone hanno già sperimentato questo sistema e ne sono uscite con una nuova vita:

Veronica Calamarà

Avvocato

"“Grazie a Gabriele oggi posso dire di essere un avvocato Coach, grazie ad un Master che ho fatto con lui. Ho cambiato totalmente il mio modo di lavorare, di risolvere i conflitti familiari e di coppia in un modo totalmente diverso. Un nuovo modo che mi da una grandissima gratificazione”"

Ilaria Vigo

Travel Coach

"Sono diventata una Travel Coach subito dopo aver finito il mio corso. Questo corso (in Gestalt Coaching) mi ha dato la possibilità di realizzare il mio sogno, ovvero rendere il mondo dei viaggi la base per dare un contributo di miglioramento al mondo"

Un Gestal Coach di livello necessita di alcuna caratteristiche essenziali:

USO DELLE TECNICHE

Non sono le conoscenze ma come le usi e le trasmetti; un aspetto pratico ed efficace.

LA PRATICA

Sviluppare delle skills (abilità) partendo dai talenti e dalle imperfezioni, dai saperi che usi nella vita pratica ma non valorizzi perché dai per scontati, oppure da skill che usi in contensti inappropriati.

AGGIUNGERE IL LAVORO SUL TALENTO

il talento è ciò che fai senza rendertene conto perché dai per scontato; il talento non va scoperto ma riconosciuto e valorizzato

COSA COMPRENDE IL “CORSO INTRODUTTIVO”?

In questo pacchetto sono presenti:

IL “CORSO INTRODUTTIVO GESTALTICO NON FA PER TE SE...

Se cerchi tecniche

In questo corso si lavora sull’uso delle tecniche e non sulle tecniche: Sulla loro modulazione, sull’amministrare in propri saperi , su come costruire proprie tecniche. Se cerchi tecniche ci sono corsi più adatti, in questo caso ti consiglio corsi di coaching con la PNL.

Se durante il metodo non ti appassiona

Il lavoro Gestaltico non è l’unica strada e ha senso percorrerla quando attiva un incontro tra te te. La Gestalt infatti non è una metodologia mentale ma emozionale e simbolica. Chi ne comprende e apprezza il linguaggio, può fare grandissime cose. Chi invece preferisce altri metodi, sicuramente saranno più adatti alla sua personalità unica.

Se non sei disposto a fare cambiamenti.

In questo modulo infatti faremo i primi passi nella lingua delle Gestalt. Ciò che è importante non è quello che verrà detto ma quello che questo modulo aprirà in te. Parleremo di cose che ti muoveranno interiormente nei giorni a seguire. Se dopo questo viaggio avrai voglia di proseguire e mettere in pratica il metodo, dovrai fare dei cambiamenti nella tua vita, e dovrai accettarli apprezzando le conseguenze.

COME SONO STRUTTURATI I WEBINAR?

Si tratta di 4 corsi di circa un’ora, per un totale di 4 ore di formazione full immersion.

Sono dei video preregistrati dai miei corsi di Gestalt Coaching della miglior qualità.

Potrai guardarli in qualunque momento, quando vorrai.

L’argomento sarà teorico, ti spiegherò le competenze di base.

Ti garantisco che in sole 4 ore potrai subito entrare in azione ed applicare la Gestalt Coaching nella tua esperienza di vita, lavorativa e famigliare.

Il primo passo per diventare un Coach Gestaltico di alto livello è il saper trovare il proprio coach interiore.

Dopodiché bisogna imparare ad amministrare i propri skills per canalizzarli nella maniera giusta.

COSA VUOL DIRE FAR PARTE DEL MONDO “APICA”?

Questo corso non è soltanto formazione.

E’ la porta d’accesso al mondo “APICA”, primo ente ufficiale di Gestalt Coaching.

Avere un attestato di partecipazione presso questa istituzione (piccola e “artigianale”, ma molto attiva) ti permette di accedere a dei servizi interessanti:

Chi sono?

TI RACCONTO UN PO’ DI COME LA GESTALT MI HA DATO UNA LUCE NUOVA NELLE COSE

Sono Gabriele Baroni. Sono un sociologo, un coach ed un Master Reiki.

Il mio lavoro potrebbe definirsi “una terapia per sani”, cioè un lavoro di potenziamento delle risorse per persone che non vogliono vivere al di sotto delle loro potenzialità.

L’obiettivo però non è quello di spingere le persone a raggiungere performance sempre migliori, ma di riportarle dentro, verso la propria unicità – compresi difetti e interferenze – per farne la propria firma unica nel mondo.

Il mio motto: allenarsi alle imperfezioni.

Mi sono laureato in Scienze Politiche ad indirizzo sociale, e poi successivamente in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università di Genova.

Nel frattempo ho proseguito gli studi con il corso biennale di perfezionamento in sessuologia clinica all’Università di Pavia e un Master triennale in Counseling Gestaltico presso l’Aspic di Genova.

Infine ha conseguito il Dottorando di Ricerca in Valutazione dei processi e dei sistemi educativi, presso l’Università di Genova.

L’incontro con la psicologia della Gestalt è stato decisivo, una psicologia “non mentale” che sposta l’attenzione dal contenuto alla forma, una sorta di meditazione prima che conoscessi la meditazione.

Ho passato diversi anni della mia vita nell’ambito del sociale.

Ancora studente infatti avevo iniziato a fare volontariato in una delle prime Unità di strada sulla riduzione del danno gestita dalla Comunità di San Benedetto, guidata da un grande uomo, Don Gallo.

In pratica una volta la settimana andavamo in giro la notte a distribuire preservativi alle prostitute e siringhe a tossicodipendenti. Un lavoro molto toccante.

Fu un’esperienza molto istruttiva: non solo per le persone che ho incontrato, le storie di vita , i “saperi di strada”… ma soprattutto per le porte che mi aprì questo periodo della mia vita.

Ho iniziato a scoprire il mondo della formazione.

IL MIO RAPPORTO CON IL COACHING GESTALTICO (E COSA TU PUOI IMPARARE DA CIO’)

Quando si incontra il coachig gestaltico si è pronti a fare un passo oltre il dramma, cioè a rivedere le stesse cose non più come problemi ma come occasioni per accedere a qualcosa di nuovo.

Un invito ad una nuova parte di noi ad entrare in scena.

Almeno per me è stato così: dopo un percorso (con risultati molto soddisfacenti) nel lavoro nel sociale ho deciso – o meglio, sono stato spinto dagli eventi – di passare dal lavorare nel mondo del disagio a quello dell’agio.

La gestalt è stata la metodologia che mi ha permesso di aprire una nuova strada.

Qualcosa che non andasse verso il raggiungimento di obiettivi esterni, ma che al contrario per valorizzare e usasse il passato per migliorare.

Il passato come motivo di crescita: sono comprese anche le interferenze e le imperfezioni (che nella gestalt sono proprio il potenziale inespresso)

L’esperienza del lavoro sulla strada in particolare ha portato uno spessore proprio al coaching che ha preso una versione potenziata perché si nutre di tutte le esperienze fatte.

La cosa più interessante è stata trasferire gli skills che si usano nella vita quotidiana ma in contesti non valorizzanti, al fine di sviluppare il tuo potenziale.

Quando lavoravo come educatore si strada molta parte del lavoro era proprio quella si traferire gli skill appresi in strada e metterli in contesti legali.

Anche tu potresti avere molti skills che usi in contesti diversi (spero che i tuoi ambienti siano meno disagiati di quelli in cui lavoravo io ogni giorno): magari non li puoi sfruttare e non vengono mai valorizzati.

Con questo strumento potrai iniziare immediatamente a comprendere il mondo del Coaching Gestaltico, migliorando la tua vita e quella degli altri con la Teoria del Talenti.

QUALCOSA A PROPOSITO DEI MIEI LIBRI

Gestalt Coaching: Dalla performance al talento.

Il coaching è una parola vuota, una parola che va riempita di significato.
Nell’ambito del coaching gestaltico, come vedremo, riguarda l’imperfezione piuttosto che la perfezione, la diversità piuttosto che la norma, i propri ritmi piuttosto che la performance da raggiungere.
Il coaching ad ispirazione gestaltica si potrebbe definire, prendendo a prestito una definizione della Gestalt di F. Perls, una ‘terapia per sani’, una “terapia” per persone così sane che non vogliono vivere al di sotto delle loro potenzialità. Le pagine che ti accingi a leggere potrebbero cambiare la tua visione del coaching, se ne hai solo sentito parlare, o forse integrarla, se ne hai una più tradizionale, ma in entrambi i casi potrebbero aprirti le porte della “Gestalt”.

Business Interiore: Promuovi la tua attività con la Gestalt.

In questo libro parlo di un nuovo modello dove business, dove la crescita personale e qualità del tempo di vita camminano insieme. In questo testo esploreremo quello che viene prima della manifestazione esteriore.
Parleremo cioè di progetti, azioni, promozione. Esamineremo le basi interiori che permettono di portare “in attivo” un lavoro costruito sui propri talenti, un lavoro dove il fattore umano è centrale.

Dopo aver compreso il Corso Introduttivo, potremo addentrarci insieme in questo vasto mondo.

COSA COMPRENDE IL “CORSO INTRODUTTIVO”?

In questo pacchetto sono presenti:

ALCUNE DOMANDE UTILI SUL PACCHETTO INTRODUTTIVO

Potrai utilizzare qualunque metodo ti viene più comodo tra: Paypal, bonifico, carta di credito.

La procedura è davvero semplice e naturale.

Non appena finisci di vedere i tuoi quattro Webinar, manda una mail a xyz dicendo “voglio ricevere l’attestato”.

Verrai chiamato da me o dai miei collaboratori.

Ti saranno chieste alcune tue sensazioni in merito al corso, alcuni pareri su cose da migliorare.

Infine, dopo una breve chiacchierata, ti sarà inviato in formato PDF il tuo certificato (pronto da stampare).

Copyright 2021 © Gestalt Coaching Academy | cf 90068850107 | Attività ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n. 4