La scuola dei talenti.

Valorizza i tuoi saperi con la Gestalt e inizia il tuo percorso da talent coach per mettere a frutto le tue esperienze.

La metodologia della agopuntura formativa

Trascrizione dell'audio

Ciao, qua Gabriele Baroni dalla Gestalt Coaching Academy e in questo audio che sto registrando vorrei darti qualche informazione in più rispetto alla dimensione metodologica.

Nei giorni precedenti hai ricevuto delle mail con le informazioni di contesto nord sud est ovest, dove si colloca il corso e forse hai anche sperimentato un po’ il panorama della gestalt.

Con oggi vorrei mettere proprio il focus sulla metodologia perché è proprio un po’ la nostra specificità, cioè questo accostamento tra Gestalt e Coaching è un po’ un unicum.

Questa parola, Gestalt, l’avrai già sentita, forse la conosci e vuol dire forma. Ha una sua tradizione che viene dagli anni Trenta sugli studi della percezione e poi negli anni Sessanta diventa una teoria principale della psicologia umanistica.

Il lavoro che facciamo noi però è una traduzione dei presupposti filosofici e metodologici nell’ambito del coaching, che è un ambito non di terapia ma di espressione del proprio potenziale, dei propri talenti.

Quella che viene fuori si chiama “metodologia dell’agopuntura formativa”, che poi se sperimenterai il primo modulo potrai anche percepire come funziona, ma sostanzialmente puoi immaginare che ogni esperienza deve completarsi ma per completarsi deve superare alcuni punti e ci sono dei blocchi che frenano l’espressione del nostro potenziale.

Ecco, l’agopuntura formativa riprende questo ciclo di contatto della Gestalt e va a immaginare proprio come ogni modulo tocca dei punti nevralgici non solo del coaching ma anche del modo di fare coaching quindi i propri talenti, in modo tale che il corso sia già un lavoro in primo luogo per chi fa il corso come esperienza di potenziamento.

Copyright 2020 © Gestalt Coaching Academy | cf 90068850107 | Attività ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n. 4